Condizionatori e condominio, le regole

Regole per l’installazione del condizionatore in condominio.
Senza entrare nel legalese…confermo a quanti hanno chiesto in email che è opportuno, cioè altamente consigliato MA NON obbligatorio, richiedere il consenso dell’assemblea condominiale per l’installazione dell’aria condizionata.
Non è obbligatorio ai termini di legge…lo diventa però se nel regolamento condominiale è scritta qualche regola che lo preveda, in questo caso è realmente necessario avere PRIMA il nulla osta per iniziare l’installazione del condizionatore d’aria e dei sui motori all’esterno.
Infatti i motori dei condizionatori sono al 99% posti all’esterno della palazzina e, come spero tutti sappiano, nessun condominio può eseguire opere che danneggino le parti comuni dell’edificio e le proprietà degli altri.
L’articolo di legge vieta ogni danno che comporti una diminuzione di valore delle parti comuni o delle singole proprietà.

condominio esterno condizionatoriAggiungiamo che, nell’uso delle parti comuni, il condomino non deve alterare la sicurezza, la statica e il decoro architettonico dell’edificio (articolo 1120, secondo comma, del Codice civile).
Chiaramente il discorso del decoro è molto delicato…infatti il criterio estetico deve essere contemperato con quello utilitario…e in pratica l’eventuale decadimento del decoro esiste solo quando è economicamente valutabile, cioè quando l’immobile oggetto dell’installazione in vista dei motori dell’aria condizionata subirebbe un deprezzamento.

12 Replies to “Condizionatori e condominio, le regole”

  1. nel nostro condominio un grande ufficio ha installato un grande condizionatore all’interno di una propia stanza ,quando questo è in funzione arreca vari disturbi a tutti i condomini ,aria calda nella tromba delle scale e rumore condinuo che e percepito da tutti.
    nell’ultima assemblea e stato consigliato all’ufficio di sostituire il condizionatore unico con delle unità singole ,ad oggi l’ufficio non e disposto ad eseguire i lavoricon consigliato . vorrei un vostro parere in merito

  2. Nel cortile interno, il condomino del palazzo a fianco ha installato uno split esterno a circa due metri dal mio balcone.
    E’ richiesta una distanza minima per l’installazione o ka cosa è regolare? Dove si possono trovare le regolamentazioni relative a queste situazioni?

    Grazie per l’attenzione

  3. chiedo se sia possibile istallare il motore del condizionatore sulla ringhiera del balcone, premesso che essendo all’interno di due ali del palazzo non è visibile dalla strada.

  4. Abito in un palazzo costruito ad U, quindi con tre lati interni. Sul mio balcone esterno sono seccate tutte le piante a causa del compressore dell’impianto di condizionamento del mio vicino posto all’interno della sua loggia sul lato in angolo a meno di due metri dal mio balcone. Ovviamente la temperatura dell’aria sul mio balcone è tale da non essere particolarmente invitante e mi riesce difficile impiegare il balcone d’estate. Ho fatto presente la cosa al mio vicino confidando nella sua comprensione ma così non è stato. Esistono norme o sentenze che possano aiutarmi o devo lasciare perdere?

    Grazie per l’attenzione

  5. Abito in un palazzo al secondo piano. Il mio balcone a lato destro è confinante con quello del mio vicino, separato da una vetrata alta 180cm.Da qualche anno ho installato due condizionatori sulla parete sinistra del mio balcone a circa 240cm dal divisorio posto tra i due balconi ed a più di 3 metri dalla sua finestra.La vicina tramite legale mi ha intimato di rimuovere i condizionatori, a suo dire per il troppo calore emanato dalle unità esterne.L’amministratore del condominio interpellato in merito, mi ha detto che il regolamento condominiale non prevede nulla per quanto riguarda ciò.
    Esistono norme o sentenze in merito?
    Grazie per l’attenzione

  6. Abito in un palazzo al secondo piano. Il mio balcone a lato destro è confinante con quello del mio vicino, separato da una vetrata alta 180cm.Da qualche anno ho installato due condizionatori sulla parete sinistra del mio balcone a circa 240cm dal divisorio posto tra i due balconi ed a più di 3 metri dalla sua finestra.La vicina tramite legale mi ha intimato di rimuovere i condizionatori, a suo dire per il troppo calore emanato dalle unità esterne.L’amministratore del condominio interpellato in merito, mi ha detto che il regolamento condominiale non prevede nulla per quanto riguarda ciò.
    Esistono norme o sentenze in merito?
    Grazie per l’attenzione

  7. Abito in un palazzo costruito ad U, quindi con tre lati interni. Sul mio balcone esterno sono seccate tutte le piante a causa del compressore dell’impianto di condizionamento del mio vicino posto all’interno della sua loggia sul lato in angolo a meno di due metri dal mio balcone. Ovviamente la temperatura dell’aria sul mio balcone è tale da non essere particolarmente invitante e mi riesce difficile impiegare il balcone d’estate. Ho fatto presente la cosa al mio vicino confidando nella sua comprensione ma così non è stato. Esistono norme o sentenze che possano aiutarmi o devo lasciare perdere?

    Grazie per l’attenzione

  8. nel nostro condominio un grande ufficio ha installato un grande condizionatore all’interno di una propia stanza ,quando questo è in funzione arreca vari disturbi a tutti i condomini ,aria calda nella tromba delle scale e rumore condinuo che e percepito da tutti.
    nell’ultima assemblea e stato consigliato all’ufficio di sostituire il condizionatore unico con delle unità singole ,ad oggi l’ufficio non e disposto ad eseguire i lavoricon consigliato . vorrei un vostro parere in merito

  9. ABITO IN UN CONDOMINIO CON UN CAVEDONO TIPO CORTILE INTERNO, HO MESSO UNA PRIMO MOTORE DEL CONDIZIONATORE NEL CAVEDONO E GIA’ I VICINI NON SONO CONTENTI MA SICCOME HO LA CASA GRANDE DEVO METTERE UN SECONDO MOTORE SEMPRE NEL CAVEDONO POSSONO DIRE QUALCHE COSA???

  10. il mio vicino ha installato uno split esterno a circa 5 metri dalla mia finestra considerando che l’aria calda che produce batte sul muro della scala crea una sacca d’aria calda tanto da non poter piu aprire la finestra.
    E’ richiesta una distanza minima per l’installazione è regolare? Dove si possono trovare le regolamentazioni relative a queste situazioni?

  11. Il mio dirimpettaio ha installato l’unità esterna del suo condizionatore sul parapetto laterale sinistro del suo balcone che distanzia dal mio parapetto laterale destro all’incirca 2 metri (centimetro più centimetro meno). Mi sono lamentato già tre volte perchè il calore di detto compressore arriva sul mio balcone, siamo entrambi al terzo ed ultimo piano ed il cielo del terrazzo che collega i balconi non è aperto . E’ possibile conoscere quanto deve essere la distanza minima tra i due parapetti?
    Grazie e distinti saluti
    Lanza Giuseppe Taranto

  12. siamo una palazzina di 6 appartamenti, 5 appartamenti hanno il condizionatore installato in vista sopra il proprio terrazzo il motore del condizionatore. Premetto che non avevamo un regolamento e neanche un amministratore quando sono stati montati i condizionatori. Solo oggi per poter eseguire i lavori di ristrutturazione del condominio abbiamo deciso di affidarci ad un amministratore. Il sesto condomino per ripicca ha deciso di farci togliere i motori del condizionatore perchè non è daccordo su certe decisioni prese dal condominio. Può farci togliere i condizionatori già installati in alto , per farceli mettere a terra nel nostro terrazzo. Premetto che a terra per noi condomini sarebbe anche pericoloso per chi ha bimbi piccoli. Come dobbiamo comportarci. GRazie

Comments are closed.